Menu

COMUNITA’ ALLOGGIO VALLONARA-GAP-CENTRO DIURNO

LA STORIA

La struttura in cui ha sede  la Comunità Alloggio Vallonara è stata la “casa madre” della Cooperativa “Un segno di pace”, in realtà il nome della cooperativa nel momento della sua fondazione, nel lontano 1985 era “Un segno di pace di amore e di non violenza”, nome ridotto successivamente per renderlo più semplice e fruibile. I principali padri fondatori furono il sig. Ennio Costenaro e la moglie, dr.ssa Michela Strazzari, che erano anche i proprietari dello stesso immobile, che lasciarono poi in donazione alla stessa cooperativa. In un primo momento la Cooperativa fu istituita per gestire un “laboratorio di ceramica e tessile” in cui furono  inseriti i primi pazienti psichiatrici inviati dall’allora nuovo primario del reparto psichiatrico con a sede a Marostica, con i quali si realizzavano bambole, giullari ed arlecchini.

 

La comunità residenziale è nata solo in un secondo momento  ed era gestita dagli stessi fondatori e da volontari, che solo in seguito furono assunti come operatori.

 

L’approccio di cura allora era di ispirazione olistica, si proponeva la cucina macrobiotica e oltre alla medicina convenzionale si utilizzavano cure alternative, finalizzate non solo al benessere fisico ma che coinvolgevano anche la sfera la spiritualità, l’interiorità e la natura.

 

Attualmente la struttura è in possesso dell’Autorizzazione all’ esercizio dell’attività da parte della Regione Veneto (D.G.R. 1616 del 17/6/2008 e Piano Regionale per la Salute Mentale 2010 – 2012 di cui la DGR n° 651 del 9/3/2010) decretata il giorno 21.12.2013.

La Regione Veneto con decreto N° 28511 C.101 del 26.01.2016 (provvedimento giuntale n.1885 del 23.12.2015), ha inoltre accreditato la Comunità Alloggio denominata “Vallonara” – Modulo di Base, per utenti adulti con problematiche psichiatriche.

 

Con l’acquisizione dell’Accreditamento Istituzionale viene confermata l’identità della Comunità Alloggio -  Modulo base “Vallonara” che acquisisce i riferimenti istituzionali generali dalla Cooperativa di appartenenza.


Il Centro Diurno di Vallonara è disponibile per una capacità ricettiva fino a 20 utenti (autorizzazione all’ esercizio da parte della Regione Veneto (D.G.R. 1616 del 17/6/2008 e Piano Regionale per la Salute Mentale 2010 – 2012 di cui la D.G.R. n° 651 del 9/3/2010).

 

DESCRIZIONE DELLA STRUTTURA

Il servizio è disponibile per una capacità ricettiva fino a 10 utenti, fruibile in forma “residenziale” per 24 ore al giorno per 365 giorni l’anno.
La struttura, che ospita la Comunità Alloggio Vallonara, ma anche un appartamento protetto (G.a.p.) o anche detto "Appartamento di sgancio" con un’accoglienza di quattro persone ed il Centro Diurno della Cooperativa, è situata a circa un chilometro dal centro storico di Marostica, facilmente raggiungibile anche a piedi o in bicicletta grazie ad una comoda pista ciclabile. A poche decine di metri dalla struttura vi è una fermata dell’autobus, con facili collegamenti sia verso l’altopiano di Asiago ma anche verso le cittadine di Bassano o di Thiene.
La struttura è circondata da un ampio giardino e nelle vicinanze si può accedere a facili e bei percorsi per passeggiare nelle splendide colline del nostro territorio.

MISSION

La Comunità Alloggio Vallonara di tipo base, attraverso i servizi che propone, si impegna per sostenere il diritto riconosciuto, la trasparenza delle azioni, l’affermazione dei LEA, il lavoro multidisciplinare, l’interdipendenza operativa da parte dei servizi in una logica di lavoro di rete del territorio, in modo da facilitare l’interazione, la collaborazione e lo scambio di esperienze e competenze con le istituzioni.

La Comunità adotta una metodologia incentrata su specifici percorsi di cura, fondati sulla necessità di lavorare per progetti personalizzati, dunque specifici e differenziati, sulla base della valutazione dei bisogni dell’utente, mirando a migliorare e potenziare l’organizzazione del servizio, le modalità di lavoro delle equipe e dei programmi clinici offerti all’utenza con interventi individuali e gruppali, coniugando modelli di intervento differenti per garantire flessibilità e transitorietà, relative ai bisogni e/o priorità terapeutiche del progetto personalizzato dell’ospite.

 

Si considerano pertanto:

-la teoria psicodinamica: che focalizza il lavoro sugli aspetti transferali e controtransferali personali e gruppali, sia a livello di interazione con l’utenza, sia a livello organizzativo che interferiscono con la realizzazione delle progettualità condivise;

-la teoria cognitivo – comportamentale: finalizzata a ristrutturare le funzioni cognitive superiori coinvolte nelle quotidiane attività;

-la riabilitazione neurocognitiva con particolare attenzione al concetto di neuro plasticità: gli utenti psichiatrici sono spesso ostacolati nella loro vita sociale e relazionale da deficit cognitivi che si manifestano nell’area dell’attenzione, della memoria, dei processi decisionali e dell’espressione di opinioni. Le alterazioni cognitive, ostacolando il funzionamento del soggetto, possono essere ritenute fattori predittivi della massima importanza per il decorso della psicopatologia e sono un importante indicatore di esito riabilitativo;

-i trattamenti EB supportati dalla ricerca empirica, con particolare attenzione al modello Dialectical Behavior Therapy;

-il Model Recovery: soprattutto con riferimento alle abilità di gestione della patologia, recupero di un ruolo sociale e della capacità di autodeterminarsi.


TIPOLOGIA UTENZA

La tipologia di utenza è abbastanza omogenea rispetto all’ età e alla patologia, ossia giovani adulti con prevalenza di Disturbi di Personalità in doppia diagnosi con ritardo mentale.

L'EQUIPE

L’equipe è composta da:
1 RSS Responsabile Sede di Servizio
1 Psicologa assistente
1 C/SU Coordinatore Servizi all’Utenza
1 C/T Coordinatore tecnico
1 Infermiere 
1 Educatore 
7 OSS Operatori Socio Sanitari 

Indirizzo: Via Ca' Brusà n. 36 - 36063 Vallonara di Marostica (VI)
Email: comunita.vallonara@unsegnodipace.it
Tel.e Fax: 0424/77499




Immagini